Dominio .coop per i siti web delle cooperative, DotCoop

Le cooperative ora possono ottenere un dominio .coop grazie a DotCooperation per il proprio sito web. Un’estensione di dominio esclusiva di cui possono beneficiare solo i soggetti che rispondono ai 7 principi di idoneità e per questo in grado di elevare la forza del brand delle cooperative.

L’acquisizione di un dominio.coop ha molti vantaggi ma non è semplice come quelle delle estensioni più comuni. Comporta l’avvio di una procedura e nessuna garanzia di buona riuscita, infatti, l’assegnazione avviene ad insindacabile giudizio di DotCooperation, una organizzazione senza scopo di lucro con la missione di sviluppare il movimento cooperativo globale.

In questo articolo tratteremo la teoria assieme alla pratica, infatti, parleremo di un nostra esperienza recente con un dominio .coop

Caso pratico SpazioFamiglia.coop

Recentemente Spazio Famiglia, una cooperativa sociale per le disabilità, ci ha commissionato la ristrutturazione del vecchio sito internet coopspaziofamiglia.it per rilanciare la qualità della comunicazione istituzionale ad un livello superiore.

Per riuscire in questo intento abbiamo pianificato una strategia basata su tre pilastri principali:

  • il restyling dell’immagine corporate,
  • la costruzione di un nuovo sito web su base WordPress,
  • l’acquisizione di un nuovo dominio .coop in grado di aumentare il livello di fiducia dell’utente nei confronti della cooperativa: spaziofamiglia.coop

Registrazione, costi e procedura di convalida

Premesso che il dominio .coop è riservato alle società cooperative ed è gestito dal Registro DoTCooperation LLC, il tentativo di acquisto può essere fatto da chiunque, tuttavia, per arrivare alla convalida dell’acquisizione e quindi del diritto all’uso del dominio.coop si deve comprovare di essere veramente una cooperativa pena la negazione dell’uso del dominio.

Il costo annule è variabile in base al provider presso cui si effettua l’acquisto ed è pari a circa otto volte il prezzo medio di un dominio .it ma rappresenta pur sempre una spesa molto contenuta. Noi abbiamo utilizzato un provider italiano per un costo di €73.50 + IVA di canone annuo per la prima registrazione. Cifra più che ragionevole se si considera l’autorità che un estensione del genere può garantire.

I costi di registrazione non sono rimborsabili nel caso di mancata registrazione del dominio a seguito della non conferma dei dati richiesti dal Registro DotCooperation LLC.

Dopo circa dieci giorni dall’acquisto del dominio e dalla convalida delle informazioni di contatto del Registrar presso ICANN il cliente ha ricevuto una prima email automatica da parte del nic.coop, firmata dal DotCoop Verification Team, con il seguente messaggio: “Unfortunately, we have not been able to confirm the eligibility of your organisation for a .coop domain name registration. Please contact us with information that will help us verify your .coop eligibility”, ovvero: “Sfortunatamente, non siamo stati in grado di confermare l’idoneità della tua organizzazione per la registrazione di un nome di dominio .coop. Contattaci con informazioni che ci aiuteranno a verificare la tua idoneità a .coop”

Si invitava a fornire entro 30 giorni almeno uno dei seguenti elementi:

  1. URL del sito web esistente in grado di confermare la natura di cooperativa;
  2. Copia elettronica dello statuto o atto costitutivo che conferma lo status di cooperativa (sono accettabili le bozze di documenti);
  3. Informazioni sull’iscrizione che confermano lo stato di cooperativa o altro materiale simile;
  4. Contatto all’interno dell’organizzazione cooperativa o organizzazione di sviluppo cooperativo che può confermare la natura di cooperativa;
  5. Qualsiasi altro materiale che possa fornire conferma l’adesione ai 7 Principi Cooperativi.

E’ importante rispondere prontamente ed accertarsi dell’avvenuta ricezione della mail di risposta perché in mancanza di invio di uno di questi documenti o risposta alla email entro il periodo di 30 giorni, il dominio .coop viene revocato in modo permanente.

La procedura risulterà finalmente e positivamente conclusa quando si riceverà una e-mail con il messaggio: Your eligibility for registering a .coop domain has been verified. No further action on your part is needed.”

E’ una procedura che richiede un po’ di pazienza ma il processo di verifica .coop aiuta a garantire che solo le organizzazioni all’interno del movimento cooperativo possano utilizzare un dominio .coop, rendendo il dominio.coop una risorsa preziosa per aumentare la forza del brand di una cooperativa su Internet.

I vantaggi del dominio.coop

  • Rafforzamento dell’identità cooperativa: nessuno potrà più avere dubbi sull’essenza dello stato di cooperativa (perché DotCoop fa da garante in fase di assegnazione del dominio);
  • Brand distintivo online: maggiore carica comunicativa grazie ad un dominio istituzionale, nonché gli indirizzi e-mail;
  • Inserimento nella directory/mappa mondiale delle cooperative;
  • Accesso all’uso del marchio COOP

L'elenco globale delle cooperative e la mappa di .COOP

Mockup psd created by customscene – www.freepik.com

Uso del marchio COOP

Le cooperative che ottengono un dominio .coop sono implicitamente idonee a ricevere ed utilizzare il Marchio Cooperativo COOP, un identità globale sviluppata dall’International Cooperative Alliance per il movimento cooperativo.

Ci sono molti modi per utilizzare il Marchio COOP:

  • All’interno del contenuto dei siti Web o app;
  • Nelle newsletter e in tutte le pubblicazioni;
  • Come badge grafico nella firma e-mail, per rafforzare l’identità del brand;
  • Sulla merce e sulla segnaletica.

I 7 Principi cooperativi

  1. Adesione volontaria e aperta

    Le cooperative sono organizzazioni di volontariato, aperte a tutte le persone in grado di utilizzare i loro servizi e disposte ad assumersi le responsabilità dell’appartenenza, senza discriminazioni di genere, sociali, razziali, politiche o religiose.

  2. Controllo democratico dei membri

    Le cooperative sono organizzazioni democratiche controllate dai loro membri, che partecipano attivamente alla definizione delle loro politiche e alle decisioni. Gli uomini e le donne che servono come rappresentanti eletti sono responsabili nei confronti dei membri. Nelle cooperative primarie i soci hanno pari diritto di voto (un socio, un voto) e anche le cooperative di altri livelli sono organizzate in maniera democratica.

  3. Partecipazione economica dei membri

    I membri contribuiscono equamente e controllano democraticamente il capitale della loro cooperativa. Almeno una parte di tale capitale è di norma proprietà comune della cooperativa. I membri di solito ricevono un compenso limitato, se del caso, sul capitale sottoscritto come condizione per l’adesione. I soci destinano le eccedenze per uno o tutti i seguenti scopi: sviluppare la propria cooperativa, eventualmente mediante la costituzione di riserve, almeno una parte delle quali sarebbe indivisibile; beneficiando i soci in proporzione alle loro transazioni con la cooperativa; e sostenere altre attività approvate dai membri.

  4. Autonomia e indipendenza

    Le cooperative sono organizzazioni autonome e di auto-aiuto controllate dai loro membri. Se stipulano accordi con altre organizzazioni, compresi i governi, o raccolgono capitali da fonti esterne, lo fanno a condizioni che garantiscano il controllo democratico da parte dei loro membri e mantengano la loro autonomia cooperativa.

  5. Istruzione, formazione e informazione

    Le cooperative forniscono istruzione e formazione ai propri soci, rappresentanti eletti, dirigenti e dipendenti in modo che possano contribuire efficacemente allo sviluppo delle loro cooperative. Informano il pubblico in generale, in particolare i giovani e gli opinion leader, sulla natura e sui vantaggi della cooperazione.

  6. Cooperazione tra cooperative

    Le cooperative servono i loro membri nel modo più efficace e rafforzano il movimento cooperativo lavorando insieme attraverso strutture locali, nazionali, regionali e internazionali.

  7. Preoccupazione per la comunità

    Le cooperative lavorano per lo sviluppo sostenibile delle loro comunità attraverso politiche approvate dai loro membri.

Informazioni su DotCooperation

DotCooperation LLC (DotCoop) è l’amministratore globale della verifica cooperativa, del dominio di primo livello .COOP, della directory globale .COOP e del marchio COOP.

DotCoop è di proprietà congiunta della National Cooperative Business Association (NCBA CLUSA) e dell’International Cooperative Alliance (ICA), due organizzazioni senza scopo di lucro con la missione di sviluppare il movimento cooperativo globale.

Condividi

Contattaci

Fai parte di una cooperativa e stai pensando ad un sito web con dominio .coop?
Compila il modulo per ricevere una consulenza gratuita.






    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano la
    Privacy Policy e i
    Termini di servizio di Google.

    Contributi a fondo perduto per la creazione di siti internet dal GAL Trasimeno OrvietanoBando Voucher 2021 per il settore Turismo, Camera di Commercio Umbria